Il Signore ti dia pace

Parrocchia di San Francesco - Padova

Orario delle messe

Da lunedì a venerdì:
18.30
Sabato e vigilia delle feste:
19.00
Domenica (giu-set):
10.00 - 19.00
Domenica (ott-mag):
10.00 - 11.30 - 19.00
Disegno per il bollettino del 2022.01.23

Bollettino parrocchiale del 23 gennaio 2022

[…] In quel tempo, Gesù ritornò in Galilea con la potenza dello Spirito e la sua fama si diffuse in tutta la regione. Insegnava nelle loro sinagoghe e gli rendevano lode. […] [Lc 1,1-4; 4,14-21]

Disegno per il bollettino del 2022.01.23

Bollettino parrocchiale del 23 gennaio 2022

[…] In quel tempo, Gesù ritornò in Galilea con la potenza dello Spirito e la sua fama si diffuse in tutta la regione. Insegnava nelle loro sinagoghe e gli rendevano lode. […] [Lc 1,1-4; 4,14-21]

In evidenza

Manifesto della Diocesi di Padova per la Settimana di preghiera per l'unita dei cristiani 18-25 gennaio 2022

Settimana di preghiera per l'unità dei cristiani

Ciò che i cristiani, da soli, nel corso dei secoli non sono stati capaci di fare, tornano a chiederlo a Dio.
Anche nelle celebrazioni quotidiane della nostra chiesa, si pregherà per questa intenzione: ma, come spesso diciamo, le preghiere che si fanno impegnano a vivere quel che chiedono.

Ciò significa che se chi prega non vive per primo ciò che chiede al Signore, non si illuda di essere ascoltato da Dio.
L’unità di una famiglia, di una comunità, di un popolo, di una chiesa non si compie per decreto, ma è un frutto che matura grazie alle scelte di vita dei singoli.

  • Valorizzare quello che ci unisce, senza cedere al rancore per quanto può essere successo;
  • chiarire, nella misura in cui è possibile farlo e aspettare che, se così sarà, i tempi aiutino a riprendere i rapporti interrotti;
  • pensare senza giudizio negativo alle persone con cui le cose non sono andate bene;
  • scegliere di essere meno menefreghisti o indifferenti e cominciare a parlare e a rispondere con gentilezza anche quando l’ambiente non è proprio gentile;
  • accettare la diversità delle opinioni e delle scelte, senza deridere o condannare o considerare nemico o stupido chi pensa e agisce diversamente;
  • abituarsi a non cedere pigramente alla superficialità di pensiero e di parola -purtroppo molto di moda- ma imparare a conoscere e a stimare il buono presente nell’altro;
  • salutare chi si incontra, anche se non risponde al saluto, con sincera gentilezza;
  • cercare di vivere e così di testimoniare ai figli, agli amici, ai propri famigliari il valore del perdono, del chiedere scusa, del non essere rabbiosi, o se non si riesce a perdonare, di tenere comunque la “la porta aperta”;
  • prima di incontrare le persone, benedirle con la propria preghiera;
  • chiedere al Signore di guarire nel proprio cuore quelle ferite che fanno male e che suggeriscono di reagire a quel che non va facendo del male;

Ecco alcuni semplici modi che aiutano a vivere in modo meno divisivo e a far crescere l’unità tra noi.

Nel settimanale diocesano “La Difesa” si possono trovare descritte molte e interessanti iniziative messe in atto dalla diocesi in occasione della Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani, ma la prima e la più importante rimane sempre la preghiera, unita a un modo di vivere coerente con quel che si chiede.

Pane e calice

Comunione alle persone anziane o ammalate

Le persone impossibilitate ad uscire di casa per infermità o per temporanea malattia, che desiderano ricevere la Comunione possono prendere contatto con don Massimo o il diacono Gianni.

scritta god bless

Benedizione delle famiglie

Chi desiderasse ricevere la benedizione della propria famiglia, della propria abitazione, del proprio luogo di lavoro o chi avesse piacere della visita del parroco a casa propria può prendere contatti direttamente con don Massimo o con il diacono Gianni e concordare un appuntamento.

Da ricordare

Madonna di San Sisto - Chiesa di Santa Maria del Rosario - Monte Mario -Roma (particolare)

Ogni primo sabato dal mese

  • dalle 9.30, nelle cappelle laterali, sono a disposizione alcuni Confessori;
  • alle 9.30 di prega con il Rosario;
  • alle 10.00 si celebra l’Eucaristia;
  • al termine, nel tempo dell’Adorazione Eucaristica, con l’intercessione di Maria, il dono della guarigione dalle malattie del corpo, della mente, del cuore.
Chiesa di San Francesco - Padova - Navata sinistra

Ogni giorno

La chiesa apre alle 7.15, per la preghiera di Lode. Chi desidera unirsi è benvenuto!

 Di sera, alle 18, si prega con il Rosario, portando davanti al Signore le richieste di preghiera che di giorno in giorno ci sono affidate.

  All’inizio della Messa feriale si pregherà poi con i Salmi. Si deve scaricare un’apposita App sul proprio cellulare (ad esempio: “Liturgia delle Ore”, oppure “E-Prex”).

Immagine simbolica della regole anti Covid19

Norme anti Covid-19 in chiesa

  • Mantenere sempre (anche all’ingresso e all’uscita) la distanza di almeno  un metro  dalle altre persone. 
  • All’ingresso: indossare la mascherina e igienizzare le mani.
  • Durante la liturgia: prendere posto sui banchi dove indicato.